search
top
Currently Browsing: Letture a La Pagoda

La Cattura del Bue, dagli studi di Miri Autore e dalle letture a La Pagoda 2a parte

Le dieci icone della cattura del bue (seconda parte) Il testo  che qui si riporta ha costituito oggetto di lettura presso La Pagoda e nasce da una mia personale sintesi del capolavoro scritto da Miri Autore. Dalle sue ricerche sul campo, specie in Giappone, ha tradotto lei stessa i testi e ne ha esplicitato il significato. In una densa introduzione fa luce sulla specificità di queste immagini e sul... Leggi ...

La Cattura del Bue, dagli studi di Miri Autore e dalle letture a La Pagoda 1a parte

Le dieci icone della cattura del bue (prima parte) Il testo  che qui si riporta ha costituito oggetto di lettura presso La Pagoda e nasce da una mia personale sintesi del capolavoro scritto da Miri Autore. Dalle sue ricerche sul campo, specie in Giappone, ha tradotto lei stessa i testi e ne ha esplicitato il significato. In una densa introduzione fa luce sulla specificità di queste immagini e sul... Leggi ...

“È meglio quando non succede niente”, J. Gilbert – un quotidiano da non smarrire – J. Gilbert

“È meglio quando non succede niente”, un quotidiano da non smarrire – J. Gilbert Una poesia di Gilbert apre l’orizzonte alle cose grandi. Inizia parlandoci di ricordi evidenti nella nostra memoria, di ciottoli disseminati dal tempo su cui il ricordo cammina sicuro. Gilbert sente però che qualcosa è assente. Lamenta l’impossibilità di ritenere nella memoria tutti quegli... Leggi ...

Nirvana e Samsara nella Scuola Ch’an del Ven. Hsu Yun

Poiché è molto importante capire esattamente fin dall’inizio il significato di questi due termini, Samsara e Nirvana, o Forma e Vuoto come essi sono frequentemente chiamati, noi illustreremo la distinzione fra essi. Immaginiamo una stanza, un salotto nella casa della signora Jane Doe. In questa stanza un essere umano siede su un sofà di velluto blu. Difronte al sofà ci sono due sediedi seta... Leggi ...

Ascoltare come se fosse la prima volta – Gunaratana cap. 16

Nella relazione con tutto ciò che lo circonda l’ “io” genera delle reazioni, dà consistenza a delle abitudini. Per il meditante tutto questo diviene sostegno alla pratica, fonte e strumento di allenamento per allentare la barriera delle contaminazioni nei confronti del “non-io”. La sensazione di essere vivi, la consapevolezza di ciò che questo vuol dire, diviene uno stato... Leggi ...

Dall’arena alla vita di tutti di giorni, Gunaratana – cap 15 La pratica della consapevolezza

Gunaratana La pratica della consapevolezza Cap 15 La meditazione nella vita di tutti i giorni – Gunaratana La pratica della consapevolezza – Letture a La Pagoda La meditazione seduta è come una arena in cui esercitarsi e allenarsi a coltivare la consapevolezza, strumento capace di farci affrontare con pienezza la vita di tutti i giorni. Se la meditazione non viene applicata al quotidiano è sterile.... Leggi ...

Consapevolezza e concentrazione Gunaratana, La pratica della consapevolezza cap. 14

Vipassana, visione profonda, azione di bilanciamento mentale tra concentrazione (sati)  e consapevolezza (samadhi). Concentrazione: capacità della mente di mettere a fuoco il proprio oggetto-stato mentale. Consapevolezza: capacità di cogliere anche il contorno. La consapevolezza non implica sforzo, è comprensione, lasciar andare, confidenza in ogni circostanza, è capacità di guardare, è... Leggi ...

Cogliere la frazione di secondo Gunaratana cap. 13 Letture a La Pagoda VIDEO

La consapevolezza – sati Cogliere la frazione di secondo La meditazione di “chiara visione” vipassana ha lo scopo che sperimentare uno stato ininterrotto di consapevolezza, di attenzione nuda – la capacità di osservare. Prima che la mente metta a fuoco l’oggetto e formuli un concetto c’è una frazione di secondo: quella è la dimora della consapevolezza. Con la pratica... Leggi ...

Concentrazione strumento di consapevolezza Letture a La Pagoda Gunaratana Pratica consapevolezza cap. 12.1a

CAPITOLO 12.1 Affrontare le distrazioni II pp. 120-125 La concentrazione strumento della consapevolezza Le distrazioni non sono un nemico, sono la realtà. Se si smarrisce la concentrazione portarla con delicatezza sulla distrazione stessa il tempo necessario per investigare: qual è, quanto è forte, quanto dura. Cogliere il sorgere dell’attaccamento appena emerge dalla mente inconscia.... Leggi ...

Cogliere le sensazioni al loro apparire Letture a La Pagoda Gunaratana cap. 12.2b p.125 sgg.

Cogliere le sensazioni al loro apparire CAPITOLO 12.2 Gunaratana Letture a La Pagoda da pag.125 a pag. 134 Gli impedimenti su cui esercitare concentrazione-consapevolezza: desiderio, avversione, torpore, agitazione, dubbio. Pericolo dell’attaccamento a stati mentali positivi, p.es., alla gioia, alla pace, all’appagamento interiore, alla compassione per tutti gli esseri: sono stati mentali che... Leggi ...

« Pagine Precedenti

top